Un recente studio americano ha documentato che bimbi con allergie al cibo, in particolare ad arachidi, latte e uova, hanno anche un maggiore rischio di sviluppare asma e rinite allergica.

 

I bambini con una storia di allergie alimentari sono più predisposti a sviluppare asma e rinite allergica durante l’infanzia. Tale rischio aumenta con il numero di allergie alimentari che si manifestano nello stesso bambino, affermano gli autori dello studio condotto presso The Children’s Hospital of Philadelphia (CHOP) e pubblicato di recente sulla prestigiosa rivista scientifica BMC Pediatrics.

I ricercatori hanno condotto un’ indagine retrospettiva su bambini delle aree suburbane ed urbane di Philadelphia che dal 2001 al 2015 si erano rivolti alla rete di cura ospedaliera. I bambini sono stati suddivisi in due gruppi: il primo gruppo, formato da oltre 29.600 bambini è stato seguito in modo continuativo per i primi 5 anni di vita, il secondo gruppo, di 333.200 bambini e adolescenti è stato osservato per almeno un anno. I bambini/ragazzi erano per il 48% bianchi e per il 40% neri.

Questa indagine è la più ampia sinora condotta per esaminare la potenziale correlazione tra allergie alimentari e insorgenza di eczema, asma e rinite allergica in una popolazione in età pediatrica fino all’adolescenza.

 

I risultati dello studio

Nel primo gruppo seguito sin dalla nascita, l’incidenza di almeno una allergia alimentare era dell’8% con un picco tra i 12 e i 17 mesi di età. Nel secondo gruppo, la prevalenza globale di almeno un’allergia alimentare era del 6.7%, in linea con gli studi precedenti condotti su piccole casistiche.

Alla fine dello studio, tra tutti i bambini che avevano una diagnosi di allergia alimentare, un 35 per cento ha manifestato asma e un altro 35% rinite allergica, con un evidente maggior rischio nei casi che soffrivano di più di una allergia. Tra le allergie alimentari, quelle ad arachidi, latte e uova erano tra le più predisponenti all’insorgenza di asma e rinite allergica in futuro. Secondo i Ricercatori i risultati ottenuti sono importanti in termini di informazioni per programmi di prevenzione; saranno in ogni caso necessari ulteriori studi per stabilire se questi risultati sono comparabili con quelli trovati in altre aree geografiche.

 

Fonte

© 2018 - 2011  Allergopharma | Privacy | Cookie Policy | Intranet

Log in with your credentials

Forgot your details?